Se solo sapessi quanto soffro insieme a te
dell'amaro della vita.
Vorrei accarezzarti con mani di carne..
ma lo sussurro a chi ti sta accanto..
vorrei dirti le parole più vere dell'amore,
ma le suggerisco a chi ti regala una parola.
Vorrei vederti raccogliere tutto l'amore che semini
per sentirti soddisfatto della tua vita
ma come ogni cosa.. il tempo lascerà crescere il frutto
che tu stesso hai fatto nascere.
Gioisci perchè attraverso le tue mani io regalo l'amore
a chi ha la fortuna di incontrarti.
Tu non lo sai forse ma io sono il tuo angelo..
quello che mai ti abbandonerà e che è qui solo per te
e grazie a te può amare il mondo

   

Novena a San Raffaele Arcangelo

PRIMO GIORNO
San Raffaele, sublime spirito della corte celeste e fedele guida delle anime belle, che per ordine di Dio hai preso sembianze umane per custodire il giovane Tobia, con­durlo sano e salvo a Rage di Media e ricon­durlo alla casa paterna, glorioso arcangelo, sii anche la mia guida e il mio custode nel pellegrinaggio di questa vita, affinché sia liberato da ogni pericolo e la mia anima si conservi pura da tutti i peccati e meriti così di essere ammessa alla casa del nostro Padre celeste, per contemplarlo e amarlo con te per tutta l'eternità.
Padre, Ave, Gloria
  
SECONDO GIORNO
San Raffaele, tenero protettore degli infelici, che t'incaricasti con angelica carità di riscuotere i dieci talenti deposi­tati da Tobi presso Gabael, degnati anche, te ne prego, di accordarmi la tua protezione in tutte le mie necessità e in tutti i miei affari, affinché questi siano volti alla gloria di Dio e al bene eterno della mia anima.
Padre, Ave, Gloria


TERZO GIORNO
San Raffaele, celeste liberatore, che strappi le anime alle potenze infernali, in nome di questa bontà che ti fece libera­re Sara dal potere di Asmodeo e incatenare questo spirito malvagio nel deserto dell'Al­to Egitto, difendimi sempre da tutte le suggestioni e trappole del demonio; ottie­nimi da Dio la grazia di uscire sempre vit­torioso contro le potenze dell'inferno fino al mio ultimo respiro.
Padre, Ave, Gloria
  
QUARTO GIORNO
San Raffaele, amabile consolatore delle anime afflitte, per quella gioia che hai dato ai genitori di Sara salvando la loro figlia dalla potenza del demonio, e per quella pace che hai restituito alla loro famiglia, ottieni anche per me la pace del cuore e la gioia dello Spirito Santo, affin­ché io conduca una vita costantemente santa fino al mio ultimo respiro.
Padre, Ave, Gloria
  
QUINTO GIORNO
San Raffaele, zelante difensore di coloro che t'implorano, come hai liberato il giovane Tobia dal pesce che minacciava di divorarlo, libera anche me dal male che vorrebbero farmi i miei nemici; ottieni per loro la grazia di pentirsi e di ritornare sul diritto sentiero della salvezza.
Padre, Ave, Gloria
  
SESTO GIORNO
San Raffaele, celeste e prudente medico, inviato da Dio in terra per la salvezza degli uomini, ti supplico, per la guarigione del vecchio Tobi al quale hai procurato la gioia di rivedere il suo amato figlio, illumi­na la mia anima e ottieni dal Signore che io conosca sempre la sua santa volontà e che la compia perfettamente fino all'ultimo soffio della mia vita.
Padre, Ave, Gloria
  
SETTIMO GIORNO
Glorioso principe delle falangi angeliche, incaricato di portare agli uomini ogni sorta di benedizione, per quell’abbondanza di beni temporali di cui ricolmasti la casa di Tobi, ottieni anche per me dal Signore tutti i beni spirituali e corporali che mi sono necessari per arrivare sicuro e con maggiori merito alla salvezza eterna.   
Padre, Ave, Gloria
  
OTTAVO GIORNO
Celeste arcangelo, che innamorato unicamente della gloria di Dio hai rifiutato le ricompense e gli elogi di Tobia, ottienimi una tale purezza d’intenti affinché agisca sempre in modo soprannaturale e mai per dei motivi umani.
 Padre, Ave, Gloria
  
NONO GIORNO
Glorioso arcangelo, che sei uno dei sette spiriti privilegiati sempre presente davanti al trono di Dio e che gli presenti senza sosta le buone azioni e le preghiere delle sue creature, ottienimi di camminare alla santa presenza del mio Signore, di perorare presso di Lui la causa dei peccatori e di praticare in tutte le cose la carità verso il prossimo. 
Padre, Ave, Gloria

Nessun commento: